giugno 19, 2019 Arriva l’app che vi farà sentire tranquille anche in un vicoletto buio di sera Arriva l’app che vi farà sentire tranquille anche in un vicoletto buio di sera
wherappmilano_acrimoniamagazine

Arriva l’app che vi farà sentire tranquille anche in un vicoletto buio di sera

Si chiama Wher è italiana e verrà presentata ufficialmente domani

By acrimonia

Posted in

Quante volte vi è capitato di tornare a casa dopo una serata da sole, di notte e magari in una strada poco trafficata, sentendovi completamente in balia degli eventi? Quante volte avete pregato che non vi accadesse nulla fino al momento dell’inserimento della chiave nel chiavistello della vostra porta? Quante volte avete avuto realmente paura di girare in solitudine in una città che non conoscevate così bene.

Sono queste alcune delle domande che il team creativo della nuova app Wher si è posto per realizzare al meglio il proprio obbiettivo. Quale? Quello di creare una piattaforma digitale pratica ed intuitiva che raccogliesse delle informazioni pratiche da una vera e propria community di ragazze che si consigliano tra loro su come esplorare le città nella maniera più tranquilla e serena possibile.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Wher (@wher_app) in data:

L’app verrà presentata ufficialmente domani e noi per il momento abbiamo fatto ai fondatori qualche domanda così da darvi una breve anteprima:

Da quale input è partito il progetto? Da un’esperienza particolare o da una riflessione generale sul tema della sicurezza delle donne?

L’idea di questa applicazione è nata all’inizio come la risposta ad un bisogno personale, stavo organizzando uno dei miei viaggi in solitaria qualche anno fa e cercavo informazioni su dove andare e cosa vedere, quando mi sono resa conto che nessuna guida turistica rispondeva a una domanda che invece io avevo: in quale zona mi conviene stare per sentirmi tranquilla a rientrare da sola? quali sono le strade più sicure? Sono una donna che viaggia da sola e sebbene le preoccupazioni non mi fermino, sono consapevole che per una donna camminare per una strada sconosciuta, magari di notte, comporti un certo livello di pericolo, magari non reale ma sicuramente percepito.

Mi sono chiesta se fosse un problema solo mio e la risposta me l’hanno data all’inizio le prime interviste che ho svolto a quelle che sarebbero diventate le prime utenti di Wher in seguito, ho raccolto molte storie di donne, su come si muovono in città, le strategie che usano per sentirsi più sicure, come chiamare un’amica o tenere le chiavi in tasca. Poi sono arrivati i numeri delle indagini ISTAT che dicono che in Italia, una donna su tre (il 36,6%) dichiara di non uscire la sera per paura, mentre gli uomini che hanno dichiarato la stessa cosa sono 1 su 12 (l’8,5%). Tra le donne che escono la sera, sempre una su tre dichiara di non sentirsi sicura, mentre gli uomini che hanno dichiarato la stessa cosa sono uno su dieci, il 19% circa.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Wher (@wher_app) in data:

Oltre che all’utilizzo dell’app, quali altri consigli dareste a una giovane donna che si sposta da sola in città?

Il primo consiglio e il più importante è di informarsi correttamente e preventivamente, prima di recarsi in un luogo nuovo della città o in una città nuova. Questo è importante per non lasciarsi influenzare dai giudizi degli altri ma scegliere autonomamente. Wher è un inizio per informarsi e acquisire auto-consapevolezza, basandosi su come altre donne raccontano le loro esperienze quotidiane. Ma così come il nostro servizio offre informazioni su come muoversi sicure in città, allo stesso modo altri blog e progetti comunicativi si occupano di contribuire al women empowerment.

L’altro consiglio che diamo è di prendere parte alle attività della città, diventare insomma delle cittadine attive e consapevoli. Questo permette anche di conoscere persone che condividono i tuoi stessi valori, e di stringere nuove amicizie e legami importanti. Noi ad esempio organizziamo spesso eventi dedicati alla nostra Community di Wherriors, dove le ragazze si conoscono, stringono legami e scoprono insieme cose nuove sulla città. I nostri eventi spesso infatti, sono in partnership con il territorio, questo ci permette di far conoscere alcune realtà alle nostre utenti che altrimenti non avrebbero conosciuto.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Wher (@wher_app) in data:

Purtroppo è vero, anche nel 2019 è pericoloso andare in giro di notte, o a volte anche di giorno, in moltissime città per una donna sola. Da dove nasce questo problema secondo voi? E avete riscontrato casi più gravi di altri? O città in cui invece questo problema non esiste?

Grazie per la domanda perché noi vogliamo proprio combattere questo stereotipo. Il nostro messaggio infatti NON è quello di dire alle donne “fate attenzione a dove andate”. Wher piuttosto vuole mettere in contatto le donne affinché si suggeriscano modi diversi per andare in giro nelle loro città. Dove? Dove vogliono.

Siamo chiaramente davanti ad un problema culturale, così radicato da essere diventato normale. Come se questa condizione fosse una condizione data e non il risultato di scelte fatte. Ogni rivoluzione culturale ha bisogno di venire affrontata da più lati, ma a tutte serve un punto d’inizio.

In Europa abbiamo conquistato molti diritti sulla libertà delle donne, dobbiamo esserne orgogliosi e la strada è ancora lunga da compiere. Noi abbiamo il sogno di cominciare da qui, e andare a conoscere e far conoscere dove Wher potrebbe fare la differenza e pensiamo all’America Latina o all’India. In ogni Paese dove saremo, sappiamo che avremo a che fare con cultura e consapevolezze diverse sul ruolo delle donne.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Wher (@wher_app) in data:

Il progetto ha una grafica molto bella e uno storytelling altrettanto curato. Da che cosa traete ispirazione per creare tutto ciò?

Grazie! La grafica e lo storytelling sono per noi un punto molto importante perché sappiamo che stiamo portando avanti un progetto ad impatto sociale e vogliamo che arrivi a più persone possibile, quindi la cura dei dettagli comunicativi è essenziale. Per l’ispirazione invece abbiamo una fonte inesauribile di idee, proposte, contenuti… è la nostra community! Le nostre Wherrior sono al centro di tutto e con loro progettiamo e decidiamo ogni aspetto del nostro servizio e dei nostri eventi online ed offline. Pensando a loro riusciamo a rendere i nostri contenuti sempre utili ed interessanti.

E voi siete curiose di testare quest’app? 

Potete scaricarla qui: https://go.onelink.me/DPoX/ACScaricaWher

COPYRIGHT ACRIMONIA 2019

Share this story

About The acrimonia

Related Posts

Leave a Reply

avatar
  Subscribe  
Notificami

Error: Access Token is not valid or has expired. Feed will not update.
This error message is only visible to WordPress admins

There's an issue with the Instagram Access Token that you are using. Please obtain a new Access Token on the plugin's Settings page.
If you continue to have an issue with your Access Token then please see this FAQ for more information.

Instagram

Agency

Contatti

btt