marzo 13, 2019 Generazione Netflix: giovani, carini e un pò psicopatici Generazione Netflix: giovani, carini e un pò psicopatici
giovanicarinieunpopsicopatici_acrimonia1

Generazione Netflix: giovani, carini e un pò psicopatici

L’ondata dei nuovi cute but psycho ragazzi britannici: così cool, carini, very British e approvati da Netflix

By Alessandra Nava

Posted in

Domanda: sono più carini i ragazzi americani o britannici? O in generale che cosa rende gli uni riconoscibili dagli altri? Di solito funziona così: gli americani sono i classici bellocci dalla mascella pronunciata e dal fisico scolpito, sorriso e capelli perfetti, vestiti in t-shirt e blu jeans e pronti a spezzarti il cuore. I ragazzi inglesi invece hanno dei faccini più teneri, in un continuo limbo fra adolescenza e età adulta, coi capelli un pò arruffati, vestiti di tutto punto e particolarmente schivi. Sono stereotipi… ma anche no. Quale scegliere? Impossibile. Ma sicuramente se si dovesse guardare a una piattaforma influente come Netflix, i British boys vincono di gran lunga sui loro cugini d’oltreoceano.

giovanicarinieunpopsicopatici_acrimonia3

A parte Noah Centineo, diventato piuttosto famoso con le rom-com di Netflix e adesso protagonista dello spot di Calvin Klein, non si pensa a memorabili interpreti.

giovanicarinieunpopsicopatici_acrimonia4

Sul versante inglese invece Netflix ha regalato una serie di personaggi memorabili a degli attori altrettanto interessanti.

Il primo è Asa Butterfield, l’irresistibile e problematico Otis di “Sex Education”. Alto e dinoccolato, impacciato nella vita di tutti i giorni, sempre perennemente spettinato. Eppure quando sfodera preziose consulenze sessuali ai suoi coetanei, o come un vero gentleman offre il suo maglione (con l’etichetta con il suo nome dentro, che carino!) a Maeve, o l’attende fuori dalla clinica in cui ha appena abortito con un mazzo di fiori e un sandwich, non si può che rimanerne affascinati. Anche nella vita di tutti i giorni il giovane Asa è tutto da scoprire: quasi 22enne, ha una passione sfrenata per i videogiochi e un sense of humor incredibile. Ed è anche super cool: nell’ultimo servizio di “Il Faut Magazine” sfoggia una tinta platinata con ricrescita e uno stile incredibile.

giovanicarinieunpopsicopatici_acrimonia5

giovanicarinieunpopsicopatici_acrimonia6

giovanicarinieunpopsicopatici_acrimonia7

È stata da poco confermata la seconda stagione di “The End of the F***ing World”, una mini serie a metà strada fra l’educazione sentimentale, il road trip e il mystery con protagonisti Jessica Barden e Alex Lawther. Il suo personaggio di adolescente problematico e psicopatico che decide di farsi una fidanzatina soltanto per ucciderla è snervante e divertentissimo allo stesso tempo, e puntata dopo puntata rivela tutta la sua dolcezza di fondo. Alex, classe ’95, vanta un fitto curriculum, in cui spiccano anche “Black Mirror” e “The Imitation Game”, in cui interpretava la versione adolescente di Benedict Cumberbatch. Magrolino, un pò arruffato, è sempre impeccabile, che sia in camicia hawaiana, in total Gucci o in trench.

giovanicarinieunpopsicopatici_acrimonia8

giovanicarinieunpopsicopatici_acrimonia9

giovanicarinieunpopsicopatici_acrimonia10

“Black Mirror: Bandersnatch” non solo è stato super seguito e commentato sui social, ma ha anche fatto scoprire a molti i suoi due protagonisti, Fionn Whithehead e Will Poulter, nella parte di due ragazzi nerd sviluppatori di videogiochi. Fionn ha già lavorato con Christopher Nolan per “Dunkirk” a fianco di Harry Styles e Tom Hardy, mentre Will è stato membro della famiglia disfunzionale di “Come ti spaccio la famiglia” con Jennifer Aniston e nemico di Dylan O’Brien nella saga di “The Maze Runner”. Se il primo non ha profili social e un carattere riservato, il secondo ha un account Twitter esilarante e una verve comica pazzesca. Diversamente bello, ha tuttavia un fascino incredibile, sia quando fa il filosofo psicopatico e platinato in “Black Mirror” sia quando posa in Prada o Clavin Klein per le copertine delle riviste patinate, o si fa fotografare da Luca Guadagnino per Numéro.

giovanicarinieunpopsicopatici_acrimonia11

giovanicarinieunpopsicopatici_acrimonia12

giovanicarinieunpopsicopatici_acrimonia13

giovanicarinieunpopsicopatici_acrimonia14

giovanicarinieunpopsicopatici_acrimonia15

 

COPYRIGHT ACRIMONIA 2019

Share this story

About The Alessandra Nava

Related Posts

Leave a Reply

avatar
  Subscribe  
Notificami

Error: Access Token is not valid or has expired. Feed will not update.
This error message is only visible to WordPress admins

There's an issue with the Instagram Access Token that you are using. Please obtain a new Access Token on the plugin's Settings page.
If you continue to have an issue with your Access Token then please see this FAQ for more information.

Instagram

Agency

Contatti

btt