marzo 6, 2019 Chanel: l’ultima di Karl Chanel: l’ultima di Karl
Chanel_Karl_acrimoniamagazine

Chanel: l’ultima di Karl

FW19/20

By Claudia Matrisciano

Posted in

C’è chi citando una canzone nostrana direbbe: “90 minuti di applausi” o forse anche più; perché l’ultima sfilata di Chanel, avvenuta al Grand Palais di Parigi, è stata, non solo un capolavoro indiscusso, ma un vero e proprio regalo lasciatoci dalla leggenda, il kaiser, Karl Lagerfeld.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da SophieFontanel (@sophiefontanel) in data:

Un minuto di silenzio a inizio sfilata e in sottofondo la voce dello stilista durante una delle sue interviste; nessuno parla, tutti si ritrovano lì al Grand Palais, attoniti, forse anche impreparati, come se il tempo si fosse fermato. E poi quelle parole “the beat goes on”, tutto deve continuare. Un monito, un consiglio per chi si trova di fronte a qualsiasi tipo di avversità.

Tutto nei minimi dettagli lo ricorda: la location che, per l’occasione, si è trasformata in un mega villaggio sciistico, con tanto di neve sulla passerella; un progetto, una visione, nata in quella mente che ha ideato una delle collezioni più belle della maison francese. Quell’eleganza che in pochi sanno creare. Ed è proprio l’eleganza il secondo tratto distintivo; qualcuno potrebbe dire che è impossibile non parlare di eleganza con Chanel, ma questa è un’eleganza diversa, unica, ferma nel tempo.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Cara Delevingne (@caradelevingne) in data:

Impossibile poter scegliere i look più belli, tutto era perfetto. Il mondo Chanel, ma soprattutto di Karl Lagerfeld, è stato racchiuso, più delle passate collezioni, in look dolci e classici. Non si avverte alcun tipo di “pesantezza” invernale nei lunghi cappotti in check e pied de cock; o nei tailleur dal taglio maschile, ultima tendenza del prossimo inverno. Tutto era perfettamente in armonia con il tema invernale scelto; proprio come la neve che si posa leggera e impercettibile sul terreno, così ogni singolo capo che componeva il look, aleggiava leggiadro sulla passerella.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da CHANEL (@chanelofficial) in data:

Non solo tailleur e capi spalla, ma anche abiti, come quello indossato da Kaia Gerber, con fiocchi di neve ricamati nella parte superiore e una gonna a palloncino di pelliccia bianca,   come la neve. Un look molto iconico per il suo significato, è quello indossato da Penelope Cruz, amica dello stilista, composto da una nevosa gonna a palloncino e un mini maglionicino con volant sovrapposti; il tutto completato da una rosa bianca portata in mano dall’attrice in onore del suo amico. 

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Penélope Cruz (@penelopecruzoficial) in data:

Anche le cascate di bijoux, con le iconiche perle del brand, hanno fatto da padroni, soprattutto abbinati ai completi giacca-pantalone, in vero stile donna Chanel.

In prima fila, piene d’emozione, erano presenti alcune top model e star, ma, soprattutto, grandi amiche di Lagerfeld, come Claudia Schiffer, Monica Bellucci, Kristen Stewart, che è stata anche testimonial del brand. Grande assente Inès de la Fressange, modella e musa di Lagerfeld,  che non si è sentita, per il troppo dolore, di prendere parte alla sfilata.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Claudia Schiffer (@claudiaschiffer) in data:

In passerella, invece, hanno sfilato alcune delle top model preferite dello stilista come, Cara Delevigne che, ha chiuso la sfilata in testa al gruppo di modelle, particolarmente commossa, Kaia Gerber, Mariacarla Boscono e Vittoria Ceretti che, è stata, sua sposa nell’ultima sfilata SS19.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Fashion Week (@fashionweek) in data:

L’intera collezione è stata supervisionata da Virgine Viard, da trent’anni al fianco di Lagerfeld, la quale esce, timidamente, soltanto pochi secondi, e visibilmente commossa.

Alla chiusura della sfilata parte una canzone senza tempo, Heroes di David Bowie, con tutte le modelle immobili sulla passerella, come segno di rispetto e devozione nei confronti di colui che, più di tutti, ha cambiato il mondo della moda per sempre.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Mariacarla Boscono (@iosonomariacarlaboscono) in data:

Dal 19 febbraio tutto si è un pò fermato, qualcosa è cambiato, anzi, deve essere cambiato.

Karl Lagerfeld ci ha insegnato ad essere eleganti, determinate, gentili e sognatrici. Un maestro, che, con un semplice foglio bianco ed una matita era in grado di creare capolavori. Una visione che pochi nel mondo della moda hanno e hanno avuto; ma come lui stesso ci ha insegnato “The beat goes on…” e allora:

Lunga vita al Kaiser, lunga vita al Re.

 

COPYRIGHT ACRIMONIA 2019

Share this story

Related Posts

Leave a Reply

avatar
  Subscribe  
Notificami

Error: Access Token is not valid or has expired. Feed will not update.
This error message is only visible to WordPress admins

There's an issue with the Instagram Access Token that you are using. Please obtain a new Access Token on the plugin's Settings page.
If you continue to have an issue with your Access Token then please see this FAQ for more information.

Instagram

Agency

Contatti

btt